LA GRANDE GUERRA 1914-1918

Studi e Ricerche tratti dagli archivi dell' Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano Comitato di Treviso

Trincea lungo il basso Piave


1. Alle radici dell'odio
2. La guerra Franco- Prussiana

3. Il Nazionalismo

4. Lo stato-nazione

5. Gli eserciti moderni

6. Verso la guerra

7. La "Comunità d'Agosto"

8. La fine dell'Europa di Bismark

9. Le crisi politiche e militari

10. L'Attentato di Sarajevo

11.

12.

13.

14.

15.

16.

17.

18.

19.

20.

21.

22.




linearossa
Le crisi poliche e militari che prepararono il terreno allo scoppio della Prima Guerra Mondiale

Panther
l'incrociatore tedesco "Panther" spedito in tutta fretta da Berlino nella rada di Agadir durante la 2°
crisi marocchina per contrastare i francesi, minacciando di cannoneggiare le loro forze.

Le crisi marocchine
Un serie di crisi politico-militari che polarizzano sempre più due distinti blocchi di alleanze comincia ad agitare l'Europa di inizio Novecento. La prima crisi marocchina esplode quando la Germania tenta di contrastare l'espansionismo francese in Africa Settentrionale. I francesi che puntano ad estendere il proprio dominio sul Marocco sono obbligati dai Tedeschi a discutere la questione alla conferenza di Algeciras. Le trattative però non portano alla Germania i risultati attesi poiché quest'ultima incassa solo l'appoggio dell'Austria alle proprie richieste. I transalpini rinunciano al controllo politico del Marocco ma si vedono riconoscere un protettorato di fatto che lascia nelle loro mani l'economia del paese. La seconda crisi marocchina si accende nel 1911, quando le truppe di Parigi, con il pretesto di tutelare gli interessi dei loro concittadini, occupano la città di Fez, in violazione degli accordi di Algeciras. La Germania spedisce in tutta fretta nella rada di Agadir l'incrociatore «Panther», minacciando di cannoneggiare le forze francesi. La crisi si acuisce ancora di più quando Parigi riceve l'appoggio di Londra e della sua flotta. Di fronte alle minaccia del primo ministro britannico Lloyd George che si dice pronto alla guerra, la Germania fa un passo indietro. La questione viene risolta con un compromesso. I tedeschi riconoscono il protettorato francese sul Marocco e ricevono in cambio 270.000 chilometri quadrati di territorio congolese.

L'italia in libia

Italiani in libia nel 1911
Truppe italiane sul fronte libico nel 1911

E' in questo quadro di avvenimenti, che l'Italia procede all'occupazione dello «scatolone di sabbia» libico anch'essa alla ricerca del suo piccolo impero coloniale. Durante il conflitto, il pilota italiano Giulio Gavotti sarà il primo aviatore al mondo a servirisi di un aereo come arma. Nel settembre del 1911 infatti, sgancerà 4 granate sulle posizioni avversarie poco fuori tripoli. Quell'improvvisato bombardamento produsse pochi danni ai libici ma diede il via a una vera rivoluzione tecnolgica.

La crisi tra Russia e Inghilterra

Gli inglesi negoziano in Tibet nel marzo del 1904
I britannici impegnati nelle discussioni che porteranno alla firma del trattato anglo-tibetano nel marzo del 1904.

Altra crisi che viene risolta pacificamente è quella tra Russia e Inghilterra che nel 1907 si spartiscono in zone d'influenza la Persia, l'Afganistan e il Tibet. Il dato fondamentale però, è rappresentato dal consolidarsi di due blocchi di alleanze all'interno dei quali ogni paese si sente spinto a portare avanti la propria politica di potenza e di espansione.

Il contrasto austro-russo nei Balcani
Il più grave punto di attrito è costituito dal contrasto austro-russo nei Balcani, che si fa incandescente a partire dal 1908. In Serbia è al potere il re Pietro I Karageorgevic. Il monarca, che predica l'unità di tutte le popolazioni slave dei Balcani (Bosniaci, Erzegovini, Croati e Sloveni) è dichiaratamente filorusso. La Russia però non può essergli di alcun aiuto quando il 6 ottobre 1908, approfittando della crisi dell'Impero Ottomano, messo alle corde dalla rivolta dei Giovani Turchi, l'Austria decide di annettersi la Bosnia-Erzegovina, di cui aveva l'amministrazione fiduciaria dall'epoca del congresso di Berlino del 1878. I russi che non si sono ancora ripresi dalla sconfitta subita nella guerra che li ha opposti al Giappone nel 1905 e dai postumi dalla rivoluzione che lo zar ha faticosamente contenuto, non possono intervenire.

Serbi ad Adrianopoli
L'esercito serbo ad Adrianopoli nel 1912.

Il risentimento serbo per il colpo di mano austriaco è grande tanto quanto l'impulso che da questa azione deriva al nazionalismo slavo. E' ormai chiaro da tempo che in quell'area, la Serbia spalleggiata dalla Russia e divenuta il principale ostacolo all'espansionismo di Vienna. Le due guerre balcaniche che agitano la «polveriera d'Europa» nel 1912 e nel 1913, combattute sulle ceneri dell'impero ottomano, non fanno che rendere ancora più instabile quella martoriata regione. Dai sanguinosi conflitti che vedono coinvolti serbi, turchi, greci, bulgari, romeni e montenegrini, l'area Balcanica esce frammentata, divisa e, di volta in volta, ridisegnata e riassemblata nel tentativo di trovare un equilibrio impossibile. Intanto, risentimenti, odi e nazionalismo esasperato, avvelenano gli animi delle genti. Dietro le quinte, ad orchestrare il tutto, sono sempre le potenze continentali con la loro insidiosa ragnatela di alleanze: l'Austria (vicina alla Germania) è nemica della Serbia che è sostenuta dalla Russia, la quale, a sua volta, ha ormai consolidate relazioni con Francia e Inghilterra i cui interessi confliggono da tempo con quelli tedeschi…

HOME

 


Whether the referee will again become the main character of the game? Crawford can be a focus in today' game, become he is as the referee of the sixth game between Heat and Celtics. So many is for the idea that Crnfl jerseys cheapawford is always doing something favorable to Heat. At the matter of fact, the referee is more favorable to the super starts is no a secret. Why will say that Crawford, as a referee, will make a great influence cheap nfl jerseys wholesaleon the game. The answer is the historic data. If you have sat some games in the playoffs, you will clearly find that there were 16 games in the playoffs since Wade started his age in Miami Heat. The result, the ratnfl jerseys cheape is up to a higher figure ----81.3%, while other is 54.5%. Of course, we can not say that Heat won the game all for the help of referee. But at least, we must admit that they have got the care of referee. Especnike nfl jerseys ially, the Finals of 2006, at that time, Heat captured the champion with Mavericks. Wade have get more care of referee, who had got many free throw. After the game, Nowitzki was pretty dissatisfied with the refereecheap nfl jerseys.
In the fifth game, Pierce hit a three-point shot to determine the winning, in the same time, which also covering his bad state at the first three quarters. But today he can notnew nike nfl jerseys show the exciting moment. As can be seen from the whole round, Pierce was always performed downturn. When faced with James, he completely was beat and lost all his dignity.nike nfl jerseys wholesale He shot for 18 times but only got 4, the rate of shooting is only 22%, which how can compare with 78% of James. So his best state is very important to Celtics. Of course, Jamnfl jerseyses, as the most excellent SFs in the NBA, who made Pierce beat more pressure. What is more, James has strong advantages of height and weight, Pierce must have spent most of enercheap nfl jerseys wholesalegy to defend him. Only go on the 5th minute of the second quarter, he has accumulated 3 fouls. The next game, he should know that how important is it. And what he should do. cheap nfl jerseys