LA GRANDE GUERRA 1914-1918

Studi e Ricerche tratti dagli archivi dell' Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano Comitato di Treviso

Trincea lungo il basso Piave


1. Alle radici dell'odio

2. La guerra Franco- Prussiana

3. Il Nazionalismo

4. Lo stato-nazione

5. Gli eserciti moderni

6. Verso la guerra

7. La "Comunità d'Agosto"

8. La fine dell'Europa di Bismark

9. Le crisi politiche e militari

10. L'Attentato di Sarajevo

11.

12.

13.

14.

15.

16.

17.

18.

19.

20.

21.

22.




linearossa
Il "dono di Marte": l'attentato di Sarajevo

Nedeljko Čabrinović e Gavrilo Princip
Quel 28 giugno del 1914, Francesco Ferdinando si trova in Bosnia per assistere ad alcune manovre militari e per partecipare all'inaugurazione di un museo a Sarajevo. Oltre che essere esponente di una casa regnante le cui mire espansionistiche sono in diretto contrasto con le aspirazioni di grandezza della Serbia, l'erede al trono era anche un interprete del «trialismo», corrente politica che voleva la riorganizzazione dell'impero austro-ungarico in tre diverse corone, la terza delle quali avrebbe dovuto essere slava e fungere da baluardo contro i progetti serbi.

Gli attentatori
Il gruppo dei sei attentatori si dispose lungo un tratto del percorso che la colonna di sette automobili sulla quale viaggia il principe Francesco Ferdinando, doveva compiere per raggiungere il municipio di Sarajevo dopo avere lasciato il campo militare di Filipovic, dove l'erede al trono aveva passato in rivista le truppe. Il corteo lascia il campo alle 10 in punto. Un quarto d'ora più tardi le automobili passano di fronte al primo attentatore, Mehmed Mehmedbašić. Costui, appostato ai piani superiori di un edificio che dà sulla strada, non entra in azione poiché – come spiegherà in seguito – il bersaglio gli si sarebbe presentato coperto. Quando la colonna transita davanti al secondo membro del gruppo, Nedeljko Čabrinović, egli riesce a lanciare un ordigno esplosivo che però manca la macchina dell'erede al trono e colpisce quella immediatamente successiva. Vengono feriti l'aiutante di campo del principe, qualche poliziotto e alcune persone che assistevano al passaggio del corteo. A quel punto scoppia il panico. La colonna accelera e transita veloce davanti alle posizioni occupate dagli altri attentatori. Gavrilo Princip vede l'auto sfilargli rapida accanto e non riesce a sparare.

La cattura di Čabrinović
Frattanto Čabrinović ha ingerito un pillola di cianuro e si è lanciato nel fiume Miljacka. Nulla però va come il giovane attentatore aveva previsto. La pillola di veleno non fa effetto. Forse la sostanza contenuta nella capsula è troppo vecchia o non è presente in quantità sufficiente. Čabrinović viene ripescato vivo dalle acque del fiume, che in quel punto sono poco profonde ed è duramente picchiato dagli agenti di polizia e dalla folla. L'azione sembra fallita ed i congiurati rimasti si preparano ad abbandonare la scena.

L'arciduca al municipio di Sarajevo
Frattanto il corteo del principe ha raggiunto il municipio di Sarajevo. Qui l'arciduca, comprensibilmente scosso da quanto accaduto, sfoga la sua rabbia con il sindaco della città Fehim Efendi Curcic. «Bella accoglienza – sbotta – Veniamo qui e ci accolgono a suon di bombe!» Nonostante quanto è appena accaduto, i funzionari al seguito dell'erede al trono non adottano alcuna particolare misura di sicurezza per garantire la vita del principe. Come unica precauzione, sembra venga deciso di far sistemare un militare del seguito, sul predellino sinistro della vettura di Francesco Ferdinando, per fargli in qualche modo da scudo. E' impossibile comunque fare una ricostruzione precisa di quanto accaduto in quei concitati momenti.

Il corteo riparte
Il corteo del principe si rimette in marcia per raggiungere l'aiutante di campo dell'erede al trono e gli altri membri del suo seguito, feriti dalla bomba di Čabrinović, che nel frattempo sono stati medicati. Pare però che nessuno abbia avvisato l'autista Franz Urban del cambio di destinazione. Costui imbocca la strada che dovrebbe portare il corteo fuori città. Accortosi dell'errore Urban inverte la marcia e a velocità moderata torna sui suoi passi. A questo punto accade l'irreparabile.

Gavrilo Princip
Gavrilo Princip non ha abbandonato la zona. Dopo l'esplosione dell'ordigno lanciato da Čabrinović, si è solo allontanato entrando in un negozio. Non sa di preciso che cosa sia accaduto, ma quando riesce in strada vede l'auto scoperta del principe avvicinarsi a lui fino quasi a sfiorarlo. A quel punto Princip estrae dalla tasca la pistola semiautomatica che tiene nascosta e spara due colpi dal lato destro del veicolo. Il primo ne perfora la carrozzeria e raggiunge all'addome Sofia, la moglie dell'erede al trono. Il secondo trapassa il collo di Francesco Ferdinando, in un punto dove le rudimentali protezioni antiproiettile dell'epoca, che pure il principe indossa, non possono proteggerlo. Immediatamente Princip ingoia una pillola di cianuro che però, esattamente come accaduto a Čabrinović, non ha alcun effetto se non quello di provocargli conati di vomito. Princip tenta anche di sparasi ma la pistola gli viene strappata di mano. Finirà i suoi giorni a 23 anni, ucciso dalla tubercolosi e dai maltrattamenti subiti nel carcere di Terezìn.
HOME

 


Today, although Lakers decides to execute the contract of the last year for Bynum, a year later where he belongs to. He has certain dominance on the painted area, bnfl youth jerseysut his immaturity and unstable state which both become the core of problems. And Lakers will put Bynum into their future plan or not. This season, he became the sjerseys on saleecond scorer of Lakers which only inferior to Kobe. In the same time, they should take something into account, when played with Rocket, he was too unwise to shoot authentic nfl jerseysa three points, which directly led to losing. His bad temper will become the hinder of his own growth, he should learn to be calm. In order to know Bynum' impressicustom jerseys footballon on fans, the result is that over60% fans is for dealing Bynum. While fans who is against dealing Bynum is only 21%. At last, whether Lakers make which decision.cheap nfl jerseys
This season, Packers is as if a black horse that successfully enters into the second round. Of course, it should, to a great extent, attribute to the explosion of Hibteam jerseys footballbert. The young guy, who have gradually grown a mature center. As for the reason stated above, Hibbert also become the hot player in this summer's free market. Durwhere can i buy nfl jerseysing the regular time, he can got 12.8 points, 8.8 rebounds and 2 blocks per game. When came into playoffs, he became more excellent that he can got 11.7 points, 11.2 rnfl jerseys for cheapebounds and 3.1 blocks per game. In the age that the excellent center is not many, which stand out his advantage. While the weakness of Mavericks is the center, so icheap nike nfl jerseys wholesalef they can not get Deron this summer, they will transfer their aim to pursue Hibbert. If Hibbert successfully joins them, the strength of Mavericks will up to a new lecheap nfl jerseysvel.