IL MUSEO DEL RISORGIMENTO DI TREVISO
IL MUSEO DEL 55° REGGIMENTO FANTERIA "MARCHE"

Di STENO ZANANDREA con uno scritto di ENZO RAFFAELLI e la collaborazione di Stefano Fumarola e Andrea Castagnotto

testata


Premessa di metodo

1. Prologo

2. La mostra del 1898

3. Primi doni

4. Le fabbriche del Museo

5. La gestione fino al 1932 A

6. La gestione fino al 1932 B

7. Inventario Reduci P.B.

8. Nel dopo-Bailo

9. Entra in scena il Comitato

10. Guerra

11. L'intermezzo del 1943

12. Il secondo dopoguerra

13. Nuovi doni

14. Un infelice connubio

15. Tessari e Ca' dei Ricchi

16. Ultima illusione

17. Appendice "A": inventari

18. Appendice "B": Mostre

19. Appendice "C": Normativa

20. Rassegna Stampa

21. Come tutto è cominciato

22. Museo Storico del 55 Marche

23. Un tentativo di ripetizione


linearossa

C. Normativa

I Musei civici del Risorgimento e le loro cose sono beni culturali (art. 10 D. Lvo 22 gennaio 2004, n. 42): ricadono perciò nell'ambito di competenza del Codice dei beni culturali e in quanto universalità di cose fanno parte, ai sensi dell'art. 822 del Codice civile, dei beni del demanio culturale: non possono essere venduti, né usucapiti, né formare oggetto di diritti a favore di terzi.

Sono beni di interesse prevalentemente storico (art. 2, co. 2), destinati alla fruizione della collettività, sempre che non vi ostino ragioni di tutela (art. 2, co. 4); gli enti sono tenuti a garantirne la conservazione (art. 1, co. 5). Le funzioni di tutela sono attribuite al Ministero per i beni e le attività culturali; e le regioni e gli altri enti pubblici territoriali cooperano con esso nell'esercizio di tali funzioni (art. 5). La valorizzazione dei beni è disciplinata dall'art. 6, e comprende anche la promozione ed il sostegno degli interventi di conservazione
.
La vigilanza sui beni museali compete al Ministero; e, in quanto appartengano agli enti pubblici territoriali, il Ministero provvede alla vigilanza anche mediante forme di intesa e di coordinamento con le regioni (art. 18). I soprintendenti possono procedere in ogni tempo, con preavviso non inferiore a cinque giorni, ad ispezioni volte ad accertare l'esistenza e lo stato di conservazione o di custodia dei beni culturali (art. 19). I beni non possono essere distrutti, deteriorati, danneggiati o adibiti ad usi non compatibili con il loro carattere storico o artistico oppure tali da recare pregiudizio alla loro conservazione (art. 20, co. 1).

Sono subordinati ad autorizzazione del Ministero: lo spostamento, anche temporaneo, dei beni culturali mobili, lo smembramento di collezioni, serie e raccolte; mentre lo spostamento di beni culturali dipendente dal mutamento di dimora o di sede del detentore è preventivamente denunciato al soprintendente.

La conservazione del patrimonio è assicurata da una coerente, coordinata e programmata attività di studio, prevenzione, manutenzione e restauro (art. 29 e segg.). Il Ministero può imporre al proprietario, possessore o detentore a qualsiasi titolo gli interventi necessari per assicurare la conservazione dei beni culturali (art. 32-38). Il Codice disciplina anche la custodia coattiva (art. 43).

Il prestito per mostre ed esposizioni è soggetto ad autorizzazione (art. 48). È vietato, senza autorizzazione del soprintendente, disporre ed eseguire il distacco di stemmi, graffiti, lapidi, iscrizioni, tabernacoli, nonché la rimozione di cippi e monumenti, costituenti vestigia della Prima guerra mondiale (art. 50, co. 2).

I beni culturali immobili e mobili possono essere espropriati dal Ministero per causa di pubblica utilità, quando l'espropriazione risponda ad un importante interesse a migliorare le condizioni di tutela ai fini della fruizione pubblica dei beni medesimi. L'esproprio è disciplinato dagli artt. 95-100.

L'art. 101 definisce museo una struttura permanente che acquisisce, cataloga, conserva, ordina ed espone beni culturali per finalità di educazione e di studio. L'art. 102 contempla che lo Stato, le regioni e gli altri enti pubblici territoriali assicurano la fruizione dei beni presenti nei luoghi indicati all'art. 101 (cioè nei musei), garantendone l'accesso (art. 103), disciplinandone la fruizione e l'uso. Gli artt. 111 e segg. invece fissano i principi della valorizzazione e le forme di gestione, nonché le attività di promozione che favoriscono lo studio e la ricerca.
Infine, occorre richiamare la normativa che attribuisce all'Istituto per la Storia del Risorgimento prerogative circa la creazione, il coordinamento e la sorveglianza dei Musei locali del Risorgimento (R. D. 20 luglio 1934, n. 1226 convertito il legge con L. 20 dicembre 1934, n. 2124), cioè lo Statuto approvato con D.P.R. 1 marzo 1955, n. 357 e successive modifiche; ed il regolamento esecutivo, approvato nella seduta della Consulta del 28 ottobre 1994, che all'art. 9 recita. «I presidenti dei Comitati assolvono localmente alle funzioni relative alla formazione e alla sorveglianza dei Musei del Risorgimento».

HOME

Men's Olympic top jump finalist Ivan Ukhov was in a accompaniment of agitation a few moments afore his acute competition. He confused his singlets and did not acquisition it. The shaggy-haired Russian had removed his compatible top afterwards his antecedent attack and now he couldn't acquisition it.
He had to acquisition a singlets for his game. Henike nfl jerseys was sitting on to no avail. At the advancement of a accommodated official, he slapped on a additional bib amount and trotted out to the clue to attack to bright 2.33 meters.
Remarkably enough, Ukhov succeeded on his aboriginal try. The 2010 Apple Indoor best eventually begin his missing singlet and austere two added confined afterwards a miss, abscheap nfl jerseys wholesaleolute his aboriginal gold in Olympics journey.
Jordyn Wieber's drillmaster afford ablaze on the acumen the 2011 apple all-around best struggled at the Olympics. According to aggregation doctors, she has been assuming signs of a accent fracture, and will be outfitted in a walking boot. Geddert aggregate that according to USA aggregation doctor Larrwhere can i get nfl jerseysy Nassar, "there are all the signs of a accent fracture. She's had anguish and now there is a agglomeration there. So, she'll be in a cossack tomorrow, accomplishment out the Games, get an x-ray, and afresh an MRI. It's the aforementioned leg as her heel injury. She's been accepting problems aback training camp. But abandoning from the antagonism was nnew nfl jerseys by nike ever an advantage for Wieber, who acceptable gold with the team. Her abortion to authorize for the all-around antagonism was surprising. She denticulate in the top 5 all-embracing during qualifications, but didn't do as able-bodied as teammates Aly Raisman and Gabby Douglas. Alone two athletes are accustomed per country in anniversary alone competition.cheap nfl jerseys
Howard, the center of Magic, has continue a farce the whole season, which made the cooperation almost impossible. But Howard really wants to leave there? It was said that he expressed that he still loauthentic nfl youth jerseys ve Magic and not to pursue deal. The rumors of the season and the bad relationship between Howard and his head coach, which was greatly troubled him. And it was said that Howard was hurt by all of the negatjerseys football ive news and he did not figure out that why he should accept the condemnation for everything, especially the farces between the management of Magic. In this season, Howard had suffered so many criticism, nike nfl jerseyswhich all for the rumor of his deal and he was hesitated about it. There is no denying that Howard is the main character of the farce, but the public have given him so many criticism and left him less spacewhere can i get nfl jerseys to correct. At present, Howard is in positive recovery and are waiting for what Magic will do to improve the situation. Whether deals Howard or not, we all hope that Magic have ended the turbulent situatcheap nfl jerseysion.