NOTIZIARIO ISTRIT
 

istrit

linearossa

Anno I° - Numero I° 19 - giugno 2012

Le ultime elezioni
Il nostro Istituto ha di recente rinnovato i propri quadri con l’elezione di un nuovo Comitato Direttivo. Sono risultati eletti Stefano Gambarotto, Andrea Castagnotto, Stefano Fumarola, Francesco Scattolin, Carlo Brandani e Benito Buosi. Nel corso della sua prima riunione, il Comitato Direttivo appena insediatosi ha conferito a Enzo Raffaelli la nomina a presidente onorario ringraziandolo per l’opera svolta in questi anni. Stefano Gambarotto è stato quindi eletto nuovo presidente, mentre la carica di segretario è andata ad Andrea Castagnotto. L'assemblea ha quindi cooptato fra i suoi membri i soci aggregati Roberto Pignatiello, Stefano Boccato, Roberto Tessari e Domenico Rossi. Tra le fila dei propri soci collaboratori il Comitato ha inoltre deciso di cooptare anche i soci Giuseppe Strippoli e Carmelo Raccuia.


Novità nella vita dell’Istituto
Con questo primo numero diretto a tutti gli iscritti, il nuovo Comitato Direttivo intende allargare sempre più alla generalità dei soci la partecipazione alla vita dell’Istituto. Chiunque desideri collaborare alle nostre attività è pertanto invitato a farsi avanti fin da ora. Nuove idee e nuove proposte sono bene accette. La sede dell’Istituto sarà aperta tutti i venerdì dalle 16.00 alle 18.00. E’ stato inoltre attivato un numero di telefono con il quale è possibile contattare ogni giorno la segreteria: 329 8456896. E’ già operativo inoltre il nuovo sito internet raggiungibile all’indirizzo www.istrit.org, presso il quale è possibile reperire ogni genere di informazioni. E’ stato infine deciso che annualmente si terrà un’assemblea generale di tutti i soci nel corso della quale sarà anche possibile procedere al rinnovo della quota di iscrizione.


La prima riunione del nuovo comitato
Di seguito un breve riassunto di quanto dibattuto nel corso della prima riunione del Comitato Direttivo. Alla seduta hanno partecipato tutti i consiglieri neoeletti oltre al presidente uscente. Erano dunque presenti: Carlo Brandani, Benito Buosi, Andrea Castagnotto, Stefano Fumarola, Stefano Gambarotto, Francesco Scattolin ed Enzo Raffaelli.


Il saluto del presidente uscente
Il presidente uscente Enzo Raffaelli ha illustrato la situazione dell’Istituto riassumendo le attività portate avanti in questi anni. Ha in particolare auspicato un rinnovato impegno per la ricerca di locali adatti a una nuova sede poiché quella attualmente occupata è in procinto di essere ceduta dal Comune di Treviso che ne è proprietario. Ha invitato inoltre il nuovo Comitato a continuare l’impegno volto ad assicurare un’adeguata sistemazione espositiva alle collezioni risorgimentali dei Musei Civici. A tale proposito Raffaelli ha ricordato che nel corso dei suoi mandati in qualità di presidente si è provveduto alla organizzazione presso la sede museale di Cà da Noal, di due mostre aperte al pubblico, in occasione del Bicentenario della morte di Giuseppe Garibaldi e del novantesimo anniversario della fine della Grande Guerra. Entrambe hanno avuto un notevole successo, Si è inoltre dato corso alla completa pulizia e manutenzione della raccolta di armi presenti presso il deposito del Museo e alla conservazione e sorveglianza del restante materiale del Museo. L’Istituto ha infine provveduto alla stampa di un volume dal titolo Il Museo del Risorgimento di Treviso. Storia e Vicende, autore Steno Zanandrea, che illustra le peripezie delle collezioni risorgimentali dei Musei Civici e che è stato distribuito in allegato al quotidiano «La Tribuna». Raffaelli ha inoltre ricordato le numerose iniziative editoriali sviluppate dall’Istituto nel corso della sua presidenza sia in proprio sia in collaborazione con il comparto quotidiani locali della Finegil (Gruppo Espresso-Repubblica). La relazione del Presidente uscente è stata approvata all’unanimità con i ringraziamenti da parte di tutti i consiglieri per l’impegno assunto da Enzo Raffaelli in ben 12 anni di attività.


Il nuovo presidente
Il presidente neoletto Stefano Gambarotto ha illustrato le attività che caratterizzeranno nei prossimi anni l’azione dell’ISTRIT e che possono essere così riassunte: a) Celebrazione del centenario della prima guerra mondiale; b) Avvio di un programma di Didattica Museale in collaborazione con il Comune di Treviso; c) Promozione del restauro di singoli pezzi o di gruppi omogenei di pezzi appartenenti ai fondi risorgimentali dei Musei Civici con particolare riferimento ad un progetto espositivo riguardante i figurini militari napoleonici appartenuti al conte Jean Jacques Felissent; d) Organizzazione degli annuali cicli di conferenze e di congressi tematici; e) Prosecuzione delle attività editoriali.


Le proposte dei consiglieri
Il consigliere Stefano Fumarola è quindi intervenuto per proporre di effettuare incontri periodici con i soci allo scopo di informarli delle attività svolte dal Comitato. Il segretario Andrea Castagnotto, concordando su questa necessità ai fini di una sempre più democratica gestione dell’istituto e allo scopo di agevolare il rinnovo del tesseramento da parte degli iscritti, ha proposto di convocare una assemblea annuale dei soci da effettuare di massima a fine gennaio, durante la quale procedere anche alle operazioni di versamento della quota di iscrizione. L’assemblea ha anche deciso di sviluppare i contatti con altre associazioni del territorio per riproporre alcune delle conferenze già effettuate e allacciare nuovi rapporti con altre realtà culturali. Su proposta del consigliere Fumarola si è inoltre deciso di aderire all’iniziativa di effettuare una biciclettata garibaldina che sarà organizzata dalla FIAB (Federazione Italiana Amatori Bicicletta) il prossimo anno lungo un percorso culturale-turistico a tema risorgimentale.


Il Notiziario
Il presidente Stefano Gambarotto ha infine sottolineato che ai fini di un sempre maggior coinvolgimento dei soci nelle attività dell’Istituto è opportuno che essi siano informati di quanto deciso dal Comitato Direttivo mediante l’invio del presente Notiziario che sarà loro recapitato a domicilio tramite posta e pubblicato sul sito dell’Istituto.


Utenti online

HOME
In the fifth game, Heat was beat at their home court by Celtics. James got the highest 30 points and 13 rebound, which is still brave, but lost the game. The game is fifth game of nike nfl jerseys wholesalethe round, its importance is not inferior to the winning war. As can be seen from the history of James, he was still have wonderful performance in the battle of king hill. When recallnew nfl jerseys by nike ed his previous battle of king hill which can be very brilliant. In the first quarter, he showed strong desire to attack and frequently impact the inside of Celtics, he got 7 point2013 nfl jerseyss, 5rebound and 1 block this quarter. Afterwards, he more tended to shooting, and at the end of the first half he got 18 points and 9 rebound. In the second half, he was still impacauthentic nfl youth jerseys t the inside, but at last 8 minutes, he was as if disappeared in the court, even Pierce got a three points which determine the winning. James did not have excellent at the key moment.cheap nfl jerseys
Trent Richardson has got a abscessed knee and is accepting evaluated. He may absence his aboriginal bold for the Cleveland Browns.
It could be the aftereffect of traveling full-bornike nfl jerseys for cheape the accomplished two weeks on a knee that was surgically repaired this spring. That's one of the affidavit Richardson did not absolutely participate in the NFL amalgamate in April.nike nfl jerseys> It didn't accumulate Cleveland from trading up to No. 3 in the abstract to baddest the tailback who helped advance Alabama to the civic championship. And it didn't anticipate the Bronfl jerseys for wholesale wns from signing Richardson to a four-year, $20.5 actor contract. Richardson has been absolutely absorbing in camp, announcement action and toughness. He did absence convenance time ennfl nike jerseys wholesaledure anniversary with what Shurmur said was a headache. But a aptitude will never anguish about no date to apply himself. Already he recovered, the aggregation is cat-and-mouse for him.cheap nfl jerseys