MONOGRAFIE
Storie e Memorie a Nord-Est

LA RIVISTA MONOGRAFICA CHE AFFRONTA IN OGNI NUMERO UN TEMA LEGATO ALLA STORIA DEL NORD-EST



Adamello
LA GUERRA BIANCA
Sulle cime dell'Adamello.
Il primo conflitto mondiale a 3.000 metri di quota

IN LOTTA TRA LE CIME

I contendenti
Quella che oggi noi conosciamo come Guerra Bianca è stata combattuta tra i ghiacciai, a oltre tremila metri di quota, fra la Val Camonica e il Passo del Tonale. Il massiccio dell'Adamello, con le sue vette maestose e le sue candide distese rappresentava allora un palcoscenico del tutto inedito per le vicende belliche del primo conflitto mondiale. A battersi erano da una parte il Regno d'Italia, dall'altra l'Impero Austro-Ungarico.

Un capitolo epico
La Guerra Bianca fu senza dubbio un capitolo epico del primo conflitto mondiale, ma, contemporaneamente, anche uno fra i più interessanti. La sua drammaticità può essere meglio compresa se si pensa alle caratteristiche estreme delle vette adamelline – dove la temperatura toccava anche i trenta gradi sotto lo zero - e alle massicce nevicate che provocavano accecamenti, impedivano l'orientamento e occultavano alla vista dei soldati la presenza di crepacci e canaloni.

In lotta con gli elementi
Per sopravvivere in un habitat così impervio, dove le valanghe e le tormente erano all'ordine del giorno, le truppe, sia italiane che austriache, furono obbligate a sperimentare soluzioni nuove, perché esperienze di combattimento in ambienti così ostili erano quasi del tutto assenti nella storia militare. Per il trasporto delle vettovaglie e dei rifornimenti ad esempio, gli Alpini sostituirono i muli con i cani, più veloci e meno sensibili alla fame e alle basse temperature. La forza smisurata della natura fu sempre il primo avversario contro il quale i due eserciti nemici dovettero battersi.

Vittime
Il maggior numero di vittime sull’Adamello non fu causato dalla guerra ma dal freddo e dalle avverse condizioni climatiche che seminarono la morte fra i soldati.


Testi di Stefano Gambarotto e Monica Zornetta


DISPONIBILE A € 4,80 + SPESE POSTALI


SCARICA GRATIS ANTEPRIMA
scarica

In distribuzione da marzo 2013 in allegato ai quotidiani Finegil di Veneto e Friuli:
la Nuova di Venezia e Mestre, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso, il Corriere delle Alpie
il Messaggero Veneto di Udine.