LA SECONDA GUERRA MONDIALE

IL RISORGIMENTO
LA GRANDE GUERRA
LA SECONDA GUERRA MONDIALE
STORIA E STORIE

panzer

CAMPAGNA DI GREGIA
CAMPAGNA DI RUSSIA
GLI I.M.I. INTERNATI MILITARI ITALIANI

Volume Uno
MOMENTANEAMENTE
ESAURITO

€5 + SPESE POSTALI
2 Edizione gennaio 2013
SCARICA ANTEPRIMA


 

LA CAMPAGNA DI RUSSIA. Gli italiani sul Fronte Orientale. Volume primo: L'operazione «Barbarossa», L'invasione nazista dell'Unione Sovietica, Il Corpo di Spedizione Italiano in Russia.

Titolo alternativo: Campagna di Russia. 1941-1943: Alpini e fanti sul fronte di ghiaccio.


di Stefano Gambarotto e Enzo Raffaelli.

Il 22 giugno 1941, alle tre del mattino, Hitler comunica a Mussolini di avere lanciato l'attacco contro l'Unione Sovietica. L'operazione «Barbarossa» è cominciata. Il Duce viene subito colto dalla frenesia di far entrare anche l'Italia in questa tragica avventura. Hitler però non ci vuole. Ha ben presente quanto accaduto in occasione della infelice Campagna di Grecia. Ma non c'è nulla da fare. La partecipazione del fascismo alla campagna contro i bolscevichi rappresenta per Mussolini un chiodo fisso. Così, nell'estate del 1941, il CSIR - Corpo di Spedizione Italiano in Russia - parte alla volta delle sterminate steppe dell'est. Per primi si muovono i fanti; poi - a marzo del 1942 - cominciano a battersi anche le penne nere. Nessuno di quei soldati può immaginare a cosa sta andando incontro...

Temi trattati
I. ALLE ORIGINI DEL MALE
Molotov-Ribbetrop: il pactum sceleris - La Società delle Nazioni: un organismo inconsistente - Lebensraum: lo spazio vitale della Grande Germania - Il destino della Cecoslovacchia: i tedeschi dei Sudeti - La conferenza di Monaco - La Slovacchia - La lezione di Monaco - Hitler e Stalin: una singolare convergenza d'interessi: La nuova amicizia tra Mosca e Berlino - Il Patto Molotov-Ribbentrop - L'attacco alla Polonia: «Operazione Himmler» - I sovietici in Polonia: Il massacro di Katyn - La germanizzazione forzata della Polonia - Massacri tedeschi in Polonia - Guerra Totale - L’attacco sovietico alla Finlandia - L'idillio tra Hitler e Stalin: Belgio, Olanda, Lussenburgo, Lituania, Lettonia ed Estonia - La questione della Bessarabia: il problema romeno - Il Patto Tripartito: i primi dubbi di Mosca - L'«Operazione Barbarossa» e l'attendismo di Stalin - Gli inutili avvertimenti ai sovietici - Lo scoppio delle ostilità - Le recondite intenzioni del Führer: Popoli di lingua tedesca - Il fronte di Stresa: un'esperienza inutile - Il sogno della Großdeutschland: la grande Germania - Austria infelix.

II. TEMPESTA AD ORIENTE
:
Invasione - La dispersione delle forze russe - Le paure di Stalin - Una rapida campagna tedesca - Lo spettro della disfatta russa - I nazisti in Russia ma non a Mosca... - Kiev e Leningrado - Operazione Tifone.

III. IL CORPO DI SPEDIZIONE ITALIANO IN RUSSIA
Italiani in Russia: perché? - Alleati dei Tedeschi: l'illusione delle «guerra parallela» - Le tristi «guerre» del Duce: Africa e Jugoslavia - Il disastro greco. Le "dimissioni da italiano" - Jacomoni e Visconti-Prasca: i cavalieri serventi - Russia. L'ultima follia del fascismo - Il Regio Esercito - La fabbrica della sconfitta - L’avventura greca - Il CSIR: Corpo di Spedizione Italiano in Russia: La partenza, Il viaggio, La lunga marcia - La «battaglia dei due fiumi» - La crisi logistica continua - Arriva il Duce - Con le Panzer-Divisionen di Paul von Kleist - La divisione SS Wiking e la Pasubio - La testa di ponte a sud-ovest di Dnjepropetrowsk - Oltre il fiume Dniepr - La 17ª Armata tedesca - La Pasubio in azione a Zaritcianka e Voinovka - Petrikovka - La divisione Torino verso l'obiettivo - La fine della operazioni - Il bacino del Donec: autunno 1941 - Stalino, Rykovo e Gorlowka - Nikitowka: dentro la città.

La prima edizione dell'opera è stata pubblicata in allegato ai quatidiani del gruppo Finegil del Veneto: la Nuova di Venezia e Mestre, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi di Belluno. La seconda edizione è ora in edicola in allegato al Piccolo di Trieste e al Messaggero Veneto di Udine.

Collana: La campagna di Russia. Volume 1 . 17x24 cm. 200 immagini in bianco e nero.

Campagna di Russia

€5 + SPESE POSTALI
2 Edizione gennaio 2013
SCARICA ANTEPRIMA


scarica

 

LA CAMPAGNA DI RUSSIA. Gli italiani sul Fronte Orientale. Volume secondo: Obiettivo Mosca. La Wehrmacht attacca la capitale sovietica. L'ARMIR: 8° Armata Italiana in Russia

Titolo alternativo: Campagna di Russia. 1941-1943: Alpini e fanti sul fronte di ghiaccio.


di Stefano Gambarotto e Enzo Raffaelli.

Il CSIR - Corpo di Spedizione Italiano in Russia - ha ben superato la prova del primo inverno di guerra. I soldati in grigioverde hanno saputo fare miracoli. Le armate tedesche nel frattempo sembrano trionfare ovunque. I russi cadono prigionieri a milioni perdendo decine di migliaia di aerei, carri armati e pezzi di artiglieria. Nel suo delirio di onnipotenza, Hitler disperde le proprie forze su un fronte enorme, senza dare ascolto ai consigli dei suoi generali. Giunti alle porte di Mosca però, i tedeschi debbono tornare con i piedi per terra... Adesso hanno bisogno di aiuto e quel che prima hanno accettato con sufficienza, ora si degnano di chiedere. Il CSIR viene rinforzato e si trasforma in ARMIR: 8° Armata Italiana in Russia. La vera tragedia sta per andare in scena...

Temi trattati
I. FRONTE ORIENTALE. I COMBATTENTI ITALIANI RACCONTANO
Luigi Scarpel: una tradotta per la Russia. In viaggiò verso la consapevolezza - Noi e l'alleato germanico - Guseppe Camatta: le ragioni di una guerra - Invasori e vittime - Classe 1922: Antonio Bello in Russia con la divisione «Vicenza» - Antonio scopre la Russia - La guerra nelle retrovie - Lontano dall'Italia - In mezzo al nulla - Zona di guerra - Sulle rive de Don - La ritirata - La divisione «Vicenza» e il destino di un fante

II. IL PRIMO INVERNO IN RUSSIA
L'inverno russo del CSIR - La «Battaglia di Chazepetovka» e la «Battaglia di Natale» - L'esame invernale -
Attacco a sud - Dal CSIR all'ARMIR: un bilancio

III. MOSCA ADDIO
La prima fase della battaglia di Mosca - A nord e a sud del fronte d'attacco - Il fronte di Mosca - La «Wehrmacht» e l'inverno russo - Stalin in attesa - Il nuovo attacco tedesco - La fine dell'illusione - La carica della cavalleria mongola a Musino - A qualsiasi costo - In corsa verso la Piazza Rossa - Settore nord del fronte: 23-25 novembre 1941 - Battaglia per il canale Moscova-Volga – Jachroma – Oserezkoje - La battaglia per l'autostrada Smolensk-Mosca - L'ultimo attacco - 3 dicembre: il villaggio di Burzevo - 5 dicembre - Intorno a Tula

IV. LA CONTROFFENSIVA SOVIETICA
Le conseguenze dell'insuccesso tedesco - Effetto sorpresa: a nord di Mosca - A sud della capitale - La difesa tedesca non crolla - Proibito ritirarsi - Resistere a qualsiasi costo – Ržev - Il blocco dell'offensiva sovietica nel settore di Ržev - A sud del fronte - La destituzione di Guderian - Guderian ricorda - La fine delle operazioni nel settore sud di Mosca - Il settore centrale - La controffensiva russa nel settore del «Gruppo Armate Nord» - La 3ª Armata d'Assalto punta su Cholm - In trappola a Cholm e Demjansk - Lungo i fiumi Tigoda e Volchov - Epilogo

V. HITLER STRATEGA
La ragioni di un fallimento - La dispersione delle forze - Walther von Brauchitsch: il realista - Il regalo avvelenato di Mussolini? - Il generale inverno - Una storia di abbagli ed errori: dal «fattore spazio» al «fattore numerico» - Le forze corazzate - Primo: non ripiegare - Andrej Vlasov: il «generale rinnegato» - Il lato umano - Alfred Rosemberg - Fantasmi sui binari - Nazismo e società tedesca

VI. STALIN CONDOTTIERO
Il dittatore «stratega» - Un'armata decapitata - Gli errori di un dittatore - Mikhail Tukachevsky: la vittima

VII. ARMIR
Verso l'apocalisse di Stalingrado - La costituzione dell'ARMIR – Automezzi - Corpo d'Armata Alpino - ARMIR: comandi e organizzazione - Julia, Cuneense e Tridentina - La partenza - L'arrivo in Russia e lo schieramento

La prima edizione dell'opera è stata pubblicata in allegato ai quatidiani del gruppo Finegil del Veneto: la Nuova di Venezia e Mestre, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi di Belluno. La seconda edizione è ora in edicola in allegato al Piccolo di Trieste e al Messaggero Veneto di Udine.

Collana: La campagna di Russia. Volume 2 . 17x24 cm. 200 immagini in bianco e nero.

russia

€5 + SPESE POSTALI
2 Edizione gennaio 2013
SCARICA ANTEPRIMA


scarica

 

LA CAMPAGNA DI RUSSIA. Gli italiani sul Fronte Orientale. Volume terzo: ARM.IR. 8° Armata Italiana in Russia

Titolo alternativo: Campagna di Russia. 1941-1943: Alpini e fanti sul fronte di ghiaccio.


di Stefano Gambarotto e Enzo Raffaelli.

Inverno 1942: fronte del Don. Interminabili mesi di attesa lungo le rive del grande fiume hanno lentamente logorato le forze italiane schierate ad oriente. Notte dopo notte, l'azione delle pattuglie sovietiche continua implacabile. I soldati dell'Armata Rossa superano la spessa distesa di giacchio che unisce fra loro le sponde del corso d'acqua e aprono fra le nostre file vuoti non più colmati. Qualcosa sta per accadere.Poi, improvvisa e violenta, esplode la tempesta. Il fronte viene sfondato e la ritirata si rivela inevitabile. Comincia così un'infinita odissea nella neve e nel gelo... Si cerca disperatamente di aprire una via per tornare a casa. Decine di migliaia di uomini marceranno per giorni, combattendo e sperando nella salvezza.

Temi trattati
I. I SOVIETICI ALL'ATTACCO
Colpi d'ariete: le condizioni dell'ARMIR - Difesa rigida - La prima battaglia difensiva sul Don - L'ARMIR sul grande fiume - I russi saggiano il terreno - Il generale Messe e i tedeschi - I nazisti non capiscono - La situazione strategica sul fronte meridionale nell'autunno del 1942 - Le operazioni sovietiche Urano, Saturno, Piccolo Saturno e Giove - L'Operazione «Marte» - La seconda battaglia difensiva del Don (Dicembre 1942 – gennaio 1943) - Alla vigilia dell'offensiva - Lo schieramento sovietico - Il morale degli italiani - Piani d'attacco sovietici - La rottura del fronte - 16 dicembre 1942 - Sul fronte della «Celere»e della «Sforzesca» - Kantemirovka - Una grave situazione - Il ripiegamento delle unità di fanteria - Il «Blocco sud»in marcia nelle neve - Il Blocco nord - Čertkovo: gennaio 1943 - Il II Corpo d'Armata: la «Ravenna» alle dipendenze dei tedeschi - L'operazione Ostrogožsk-Rossoš' - Alla vigilia dell'attacco - 13 gennaio 1943: i sovietici in azione - Le illusioni tedesche - I sovietici attaccano il comando del generale Nasci – Podgornoe - Il dramma degli alpini – Tridentina – Cuneense – Julia - L'accerchiamento russo si sviluppa - 20 gennaio: la morte del generale Eibl - Verso l'epilogo - La cattura dei generali – Nikolaevka

II. L'ULTIMA BATTAGLIA

III. TESTIMONI
«Ghe rivarem a baita?» Mario Rigoni Stern - Il ritorno sul Don - Nelson Cenci. La tana scavata nel gesso - La divisione Tridentina e un alpino trevigiano: Valerio Andreatta - Alessandro Bernardi: lettere alla madre - Giulio Bedeschi - Italiani sul Don - Una tragica differenza - In marcia verso il Don - Il dramma della Julia - Un finale imprevedibile - Il sacrificio eroico della Cuneense

La prima edizione dell'opera è stata pubblicata in allegato ai quatidiani del gruppo Finegil del Veneto: la Nuova di Venezia e Mestre, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi di Belluno. La seconda edizione è ora in edicola in allegato al Piccolo di Trieste e al Messaggero Veneto di Udine.

Collana: La campagna di Russia. Volume 3 . 17x24 cm. 200 immagini in bianco e nero.

russia

€5 + SPESE POSTALI
2 Edizione gennaio 2013
SCARICA ANTEPRIMA


scarica

 

LA CAMPAGNA DI RUSSIA. Gli italiani sul Fronte Orientale. Volume quarto: Apocalisse a Stalingrado. Soldati italiani in prigionia


Titolo alternativo: Campagna di Russia. 1941-1943: Alpini e fanti sul fronte di ghiaccio.


di Stefano Gambarotto e Enzo Raffaelli. Con scritti di Mauro Depetroni e Gianfranco Dal Mas.

Il destino degli italiani in terra di Russia si è deciso. La vittoria che le forze dell'Asse avevano creduto a portata di mano, non ci sarà. Oramai gli Alpini e i Fanti che si sono battuti nel gelo della steppa possono fare una cosa soltanto: continuare a sperare e a combattere per poter tornare a casa. Non tutti ce la faranno e il destino di tanti sarà quello di scomparire nel gelido candore di una terra senza confini oppure di terminare la propria esistenza in prigionia. Nei campi di detenzione sovietici ha inizio una nuova Odissea alla quale in pochi sopravvivranno. A Stalingrado nel frattempo, va in scena una delle più feroci e sanguinose battaglie della storia. La stella del Terzo Reich è prossima al tramonto. La riscossa russa non tarderà.

Temi trattati
I. TESTIMONI
La guerra del generale Gabriele Nasci, un «feltrino» comandate degli Alpini - L'inizio del dramma - Il ripiegamento - Il ritorno in Italia - Il cappellano degli ultimi: don Gastone Barecchia - Nuto Revelli, un ufficiale degli Alpini ribelle - Dal Don alla salvezza - L'artigliere alpino «Gildo» Pagliarin - Marco Tiepolo e i quattordici mesi di vita della Divisione di Fanteria «Vicenza» - Angelo Pasinato di Cittadella - L'alpino Mario Simaz: - «Quello che sopportammo a Dachau fu peggio di quanto patimmo in Russia»
.

II. APOCALISSE A STALINGRADO
La città di Stalin - Operazione Blu - Direttiva 41 - La grande battaglia - Casa per casa, strada per strada - La strategia di Paulus - Dentro la battaglia - Duelli fra cecchini- 14 ottobre 1942 - Il giorno dell'ultimo attacco - In trappola a Stalingrado - La «Fortezza Stalingrado» - I sovietici al contrattacco - L'agonia di Stalingrado - Operazione «Tempesta Invernale» - Donnerschlag: «Colpo di Tuono» - La disfatta tedesca sul suolo della Madre Russia.

III. ITALIANI E TEDESCHI IN RUSSIA
Invasori – Carnefici - Obiettivi ideologici - Rapporti difficili - Italiani e tedeschi – Ordini - Rifornimenti e rastrellamenti - Il ruolo dell'ARMIR dal punto di vista tedesco - Il giudizio dei tedeschi sulle unità del CSIR e dell'ARMIR - Sul fronte del Don - La seconda battaglia del Don.

IV. PRIGIONIERI
Nelle mani dei russi - Dopo la cattura: le marce del «davai» - Tradotte infernali - Condizioni di vita nei «Gulag» - Fuoriusciti – Interrogatori - Il cappellano della Julia don Giovanni Brevi. – Catturato - Viaggio di morte - «Stalin pricas» - Elenchi di caduti - L'«Alba» - Il campo 171 - Al «Bunkerlager» di Kiev - Le elezione italiane del 1948 - Dieci anni di carcere - Il Ritorno - Una divisa per la vita: la vicenda di Giovanni Drusian - Italo Zanette e la marcia del «davài» - Enrico Reginato: dal fronte Greco-Albanese alla steppa russa - La lunga prigionia - Il processo - Dopo il ritorno - Giuseppe Camatta: dalla Russia a piedi fino in Italia.

La prima edizione dell'opera è stata pubblicata in allegato ai quatidiani del gruppo Finegil del Veneto: la Nuova di Venezia e Mestre, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi di Belluno. La seconda edizione è ora in edicola in allegato al Piccolo di Trieste e al Messaggero Veneto di Udine.

Collana: La campagna di Russia. Volume 4 . 17x24 cm. 200 immagini in bianco e nero.

russia

€5 + SPESE POSTALI
2 Edizione gennaio 2013
SCARICA ANTEPRIMA


scarica

 

LA CAMPAGNA DI RUSSIA. Gli italiani sul Fronte Orientale. Volume quinto: Sulle tracce di Caduti e Dispersi. La Campagna di Russia degli Autieri e dei Bersaglieri. La guerra aerea sul Fronte Russo



Titolo alternativo: Campagna di Russia. 1941-1943: Alpini e fanti sul fronte di ghiaccio.


di Enzo Raffaelli - Renato Callegari - Carlo Vicentini Paolo Plini - Silvia Falca - Mauro Depetroni.

Quante furono le vittime italiane della campagna di Russia? Quale sorte toccò ai tanti dispersi e ai prigionieri che caddero nelle mani dei sovietici? E' possibile oggi, a distanza di così tanti anni, interrogarsi sul destino di queste persone e intraprendere un viaggio alla ricerca della loro memoria? Si possono ancora trovare notizie sui militari del Regio Esercito che non sono tornati in patria? A queste e ad altre domande, tentano di rispondere Massimo Multari, Silvia Falca, Paolo Plini e Carlo Vicentini. Renato Callegari affronta invece il tema spesso trascurato della guerra aerea sui cieli dell'Unione Sovietica. Ad essa presero parte con alterne vicende anche piloti e velivoli dell'aeronautica italiana.

Temi trattati
I. IL CORPO AUTOMOBILISTICO IN RUSSIA
In Russia con il CSIR - Con L'ARMIR - La ritirata - Il testimone
.

II. L'AVIAZIONE ITALIANA SUL FRONTE RUSSO
La partenza - L'offensiva della Luftwaffe - L'aviazione sovietica - L'attacco tedesco - L'«aiuto» italiano - Verso sud -La battaglia di Natale - Inverno o Inferno? - Sopravvivenza, salute e alimentazione - La guerra continua - Gennaio 1942 - Il 21° Gruppo arriva in Russia - Il vento cambia - Verso il Caucaso - I russi al contrattacco.

III. LA GUERRA DEI BERSAGLIERI IN RUSSIA
Il bersaglieri della «Celere» - Il 6° Reggimento - La difesa della linea invernale - L'avvicinamento al Don - L'ultima battaglia sul Don e la ritirata.

IV. DOCUMENTAZIONE RUSSA RELATIVA AI PRIGIONIERI DI GUERRA ITALIANI
Cosa hanno fornito i russi in ottemperanza a tale accordo - Criteri di presentazione dell'elenco alfabetico generale - Il lavoro di traslitterazione e di analisi della documentazione - Difficoltà di identificazione dei prigionieri deceduti - Come sono stati raccolti i dati per la identificazione dei prigionieri - Come avveniva la registrazione dei decessi - Perché le generalità dei prigionieri hanno subito delle trasformazioni così fuorvianti.

V. CHI SONO I «DISPERSI»?

VI. LA MEMORIA DELLA CAMPAGNA DI RUSSIA DAL TESTO ALL'ELABORAZIONE DIGITALE
La creazione di un GIS sulla Campagna di Russia - Definizione del quadro di insieme - Definizione del'organico di C.S.I.R e ARM.I.R. - Acquisizione ed elaborazione di immagini satellitari e cartografia di riferimento - Ricerca delle località tramite web e analisi della cartografia - Georeferenziazione della cartografia storica con successiva creazione dei relativi livelli vettoriali - Operazioni del C.S.I.R - Schieramento e operazioni dell'ARM.I.R – Servizi - Geologia e geomorfologia - Accerchiamento da parte dell'Armata Rossa - Battaglione Alpini Sciatori Monte Cervino- Ritirata - Sepolture e campi di prigionia - La pubblicazione dei dati tramite webGIS.

VII. L'ATTUALITÀ DELLA CAMPAGNA DI RUSSIA
Attualità del tema - La «controversa» contabilità delle perdite italiane sul fronte russo.

VIII. SULLE TRACCE DI ZIO ANTONIO E DELLA DIVISIONE VICENZA
Come ho trovato zio Antonio - In viaggio –Tambov - 2 agosto 2011: l'incontro - La stazione di Rada - I cippi commemorativ - Gli ospedal - Il campo 188 e le altre fosse comuni - 3 agosto 2011 - 5 agosto 2011: Rossoš' - Il mercato - L'asilo e il museo - Verso sud, sul Don - 6 agosto 2011: Nikolaevka, Nikitovka, Varvarovka - L'elmetto di Anatoli- Conclusione.

IX. LE FAMIGLIE DEL FRONTE RUSSO
Nonno Ezio


La prima edizione dell'opera è stata pubblicata in allegato ai quatidiani del gruppo Finegil del Veneto: la Nuova di Venezia e Mestre, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi di Belluno. La seconda edizione è ora in edicola in allegato al Piccolo di Trieste e al Messaggero Veneto di Udine.

Collana: La campagna di Russia. Volume 4 . 17x24 cm. 200 immagini in bianco e nero.